Coronavirus e genitori separati: come gestire i figli durante l’emergenza

Mai come in questo momento, dobbiamo essere uniti per tutelare il bene primario per eccellenza: la salute.

Non c’è dubbio, stiamo vivendo una situazione difficile, siamo bloccati in casa, le nostre città sono deserte, quasi tutte le attività sono chiuse ed un virus invadente, inopportuno e dilagante continua ad intimorirci.

Tuttavia dobbiamo reagire e comportarci con responsabilità, senso civico ed intelligenza.

Ci possiamo riuscire riorganizzando le nostre vite e le nostre abitudini quotidiane, almeno fintanto che l’emergenza perdura.

Ma come ci si deve comportare nelle famiglie con genitori separati o divorziati?

Come si deve gestire il diritto di visita del genitore non convivente con i figli minori?

I bambini, si sa, sono buoni conduttori del virus (anche perché asintomatici) e portandoli fuori dalla zona di residenza affinchè venga esercitato il diritto di visita dell’altro genitore,si rischia di far propagare il virus e trasmetterlo ai soggetti più anziani e vulnerabili della famiglia: i tanto amati ed indispensabili nonni.

Non bisogna dimenticare, però, che il rapporto con i figli non può essere limitato a causa della emergenza che stiamo vivendo e che sono sempre valide le condizioni stabilite dai provvedimenti di separazione e di divorzio.

Infatti, lo stop agli spostamenti non deve in alcun modo essere considerato un ostacolo alla consueta alternanza nella frequentazione dei figli minori da parte del genitore non collocatario.

E’ questo, il grido di allarme della maggior parte delle madri conviventi con i figli minori che evitano di far spostare i figli presso le abitazioni dei padri per consentire la permanenza nei weekend di spettanza.

L’emergenza coronavirus non fa venire meno il nostro ruolo di genitori, ma evidenzia l’esigenza di una genitorialità responsabile ed attenta alla tutela dei minori.

L’appello che noi avvocati rivolgiamo a tutti i genitori separati è quello di collaborare e di organizzare la gestione dei propri figli nel modo migliore possibile e soprattutto nel rispetto delle direttive che ci vengono imposte per tutelare la salute di tutti e la serenità dei nostri figli.

Non dimentichiamo che il buonsenso è il talento più apprezzato, soprattutto in questo particolare momento.

Desideri ricevere maggiori informazioni?


Lascia la tua email e indica la fascia oraria che preferisci. Ti contatteremo senza alcuno impegno entro 24/48 ore per fissare una telefonata conoscitiva.