Tecnologia e divorzio sono un bellissimo connubio … ma solo per gli avvocati divorzisti!

I social media possono fornire materiale infinito per i drammi  coniugali che verranno rappresentati in tribunale. La tecnologia può aiutare gli avvocati ad accedere ad informazioni che non avrebbero mai potuto ottenere prima.

Ecco perché la maggior parte degli avvocati divorzisti ti dirà di stare attento con la tecnologia mentre stai divorziando. E, per quanto riguarda i social media, ti diranno di starne completamente fuori.

Eppure oggi la tecnologia è ovunque. Evitarla è impossibile.

Quindi la domanda è: come puoi evitare di commettere stupidi errori  ed in vece utilizzare la tecnologia a tuo favore nel tuo divorzio evitando intelligentemente che venga usata contro di te?

Comprendere le basi della tecnologia e del divorzio

La tecnologia è un potente strumento nel divorzio. Gli avvocati possono utilizzarla a tuo favore o contro di te. La tecnologia può aiutarti a trovare risorse nascoste o a scoprire la relazione del tuo coniuge.

Ma può anche essere utilizzata per tracciare i tuoi movimenti, spiare la tua attività online.

Eppure la tecnologia, in sé e per sé, non è né buona né cattiva. È uno strumento.

E’ solamente il modo con cui utilizzi tale strumento che lo rende una spada o uno scudo.

Per evitare che la tecnologia venga usata contro di te, il tuo primo (e più importante!) passo è fare attenzione!

Ecco 4 consigli per evitare che la tecnologia venga usata contro di te in caso di divorzio

  1. Cambia le tue password

Una volta che tu o il tuo coniuge avete avviato la procedura di divorzio, non siete più una coppia.

Ciò significa che devi iniziare a definirti come una entità indipendente.

Devi anche iniziare a pensare alla tua privacy in modo completamente differente.

Ciò significa modificare le password su tutti i tuoi account finanziari individuali, account di posta elettronica, account di social media e qualsiasi altro account online a tuo nome.

Anche se pensi che il tuo coniuge non conosca le tue password, cambiale comunque. (La modifica periodica delle password migliora comunque la tua sicurezza online!)

La domanda più complicata è se cambiare le password sui tuoi conti cointestati.

Se tu e il tuo coniuge avete sempre condiviso le password per i vostri conti congiunti in passato, cambiare improvvisamente le password sul quel conto senza prima parlarne insieme, potrebbe non essere la mossa giusta.

Il tuo coniuge penserà immediatamente che stai nascondendo qualcosa. Potrebbe pensare che gli stai rubando dei soldi. Probabilmente diventerà anche molto sospettoso/a.

  1. Fai attenzione con il tuo cellulare!

I messaggi di testo incriminanti e  possono essere prove devastanti in tribunale.

Se invii un messaggio volgare, arrabbiato o minaccioso al tuo ex, hai appena creato prove che possono essere utilizzate contro di te.

Non importa se non intendevi dire davvero quello che hai scritto. Non importa se il tuo coniuge sapeva che non parlavi seriamente. Ciò che conta è cosa penserà il giudice quando il tuo coniuge gli mostrerà i tuoi messaggi di testo.

Anche se i tuoi messaggi non sono orribili ma ne invii 5000 al tuo coniuge in un giorno, potresti avere dei problemi. Sommergere il tuo coniuge con continui messaggi di testo può essere considerato una molestia.

Non importa che il tuo coniuge abbia deliberatamente ignorato i tuoi messaggi. Non importa che tu abbia bisogno di una risposta immediatamente. Non c’è alcun motivo valido che giustifichi un invio compulsivo di messaggi al tuo coniuge.

Ma gli sms e i messaggi whatsapp arrabbiati non sono l’unico modo in cui il tuo cellulare può metterti nei guai.

Se lasci il tuo cellulare in giro, può fornire al tuo coniuge una tonnellata di informazioni che preferiresti non sapesse. Sebbene tali informazioni possano (o meno!) essere ammissibili in tribunale, non è questo il punto.

Una volta che il tuo coniuge sa dove cercare, trovare prove che può usare contro di te è facile.

Cosa pensi accadrà al tuo divorzio se il tuo coniuge trova foto di te e del tuo nuovo “amico” durante una cena romantica insieme? Se il tuo cellulare è collegato alla tua e-mail, quali informazioni può trovare il tuo coniuge? Che tipo di informazioni ci sono nei tuoi messaggi di testo?

In definitiva essere negligenti e superficali  può essere pericoloso per te.  Con il tuo cellulare può dare al tuo coniuge l’accesso a un sacco di informazioni che non sarebbe in grado di ottenere in alcun modo.

  1. Fai attenzione con il tuo computer

Non ci vuole un genio del computer per tenere traccia della cronologia di navigazione sul tuo computer. Se tu e il tuo coniuge condividete un computer o se possiedi un computer di famiglia, assicurati di cancellare la cronologia di navigazione se hai visitato siti Web di cui non vuoi che il tuo coniuge venga a conoscenza. (Attenzione : questo include i siti web degli avvocati divorzisti che hai consultato!)

Sati attento anche ai dispositivi sincronizzati.

Se hai dato a tuo figlio un iPad che utilizza il TUO account Apple, i tuoi messaggi di testo e le tue e-mail potrebbero essere visualizzati sull’iPad di tuo figlio. (Ops!)

Infine, se il tuo coniuge è tecnologicamente esperto, può installare sul tuo computer un software in grado di tracciare ogni cosa. Con il software e le competenze tecnologiche giuste, il tuo coniuge può letteralmente guardare tutto ciò che fai online. Ciò include il monitoraggio di ogni sito web che hai visitato, di ogni messaggio istantaneo che hai inviato o ricevuto e di ogni documento che hai aperto.

Se pensi che il tuo coniuge abbia installato uno spyware nel tuo personal computer, parla immediatamente con il tuo avvocato. Probabilmente dovrai portare il tuo computer da uno specialista per farlo esaminare e rimuovere lo spyware.

Qualunque cosa tu faccia, però, se pensi che il tuo coniuge abbia installato uno spyware sul tuo computer, smetti di usare quel computer il prima possibile!

  1. Fai attenzione con la tua auto.

Il transponder (meccanismo antifurto) del veicolo della tua auto è tracciabile. Ciò significa che c’è un report che traccia tutti i percorsi dell’auto.

Ancora più semplice è monitorare il GPS nel tuo cellulare.

La maggior parte di noi porta con sé il cellulare ovunque vada. Se hai attivato la funzione “Trova il mio cellulare” sul tuo telefono (o il tuo coniuge l’ha attivata per te!), monitorare i tuoi movimenti può essere incredibilmente facile.

Infine, se il tuo coniuge sta cercando di controllarti o intimidirti, potrebbe aver installato un dispositivo di localizzazione nella tua auto. Questi dispositivi possono essere difficili da trovare, soprattutto quando non sai cosa stai cercando.

Ma se il tuo coniuge sembra sapere sempre dove ti trovi, o se si presenta “accidentalmente” negli stessi posti in cui ti trovi, questo è un motivo per essere sospettoso/a. Se hai dei dubbi sul fatto che il tuo coniuge ti stia seguendo, chiedi a un buon meccanico di controllare la tua auto.

 

La maggior parte dei problemi che la tecnologia crea nel divorzio può essere gestita semplicemente facendo attenzione.

Ad ogni modo, la semplice verità è che viviamo tutti in un mondo cablato. Per questo devi stare attento e devi essere intelligente.

Quindi gestisci attentamente la tua tecnologia e cerca un aiuto appropriato quando ne hai bisogno,

solamente così potrai  evitare la maggior parte dei problemi che colpiscono coloro che ignorano cosa significa divorziare nel mondo di oggi.

 

Chiama un avvocato esperto in diritto di famiglia per i tuoi dubbi e per le tue domande

Hai bisogno di saperne di più? Contattaci: analizzeremo insieme la tua situazione attuale e ti aiuteremo a trovare la migliore soluzione per il tuo caso specifico.